Itinerari di gusto sul Lago di Como – Laghi d'Italia
itinerari-del-gusto-lago-di-como

Il lago, le montagne, uno stile caratterizzato da charme ed eleganza, che fa sentire trasportati indietro nel tempo, in un’atmosfera antica, poetica ed aristocratica, un luogo unico per la bellezza della natura, delle architetture e la ricchezza dei sapori locali: il territorio del Lago di Como, cela un patrimonio culinario caratteristico e tutto da scoprire.

Missoltini messi ad essiccare sulle rive del lago
Missoltini messi ad essiccare sulle rive del lago

Il prodotto principale di questi luoghi così affascinanti e ricchi di tradizione è sicuramente il pesce di lago. Il risotto con i filetti di pesce persico è considerato il piatto per eccellenza del Lago di Como. L’autunno è il periodo ideale per assaggiare i missultin o missoltini, gli agoni che vengono pescati, salati ed essicati al sole; terminato il processo di conservazione nella misolta, un contenitore di legno o di latta, un coperchio appesantito da sassi li pressa in modo da togliere l’aria e l’olio eventualmente fuoriuscito. Vengono quindi grigliati e infine conditi con olio Evo, aceto e prezzemolo. I missoltini sono spesso serviti con la polenta, altro piatto tipico della tradizione a base di mais abbinato a carni, pesci, formaggi e verdure.

Protagonisti della cucina lariana sono inoltre i famosi salumi di Brianza certificati dal marchio DOP, la selvaggina e i numerosi prodotti caseari; il più noto è il formaggio Taleggio ma degni di nota sono anche i caprini, delicati o piccanti, le formaggelle, la ricotta e l’ottimo burro.
Tra i formaggi dell’alto Lago di Como, sulla sponda Occidentale, rinomata è anche la produzione della Semuda, un formaggio DOP ottenuto con latte vaccino scremato a mano al quale si aggiunge caglio e sale e spesso servito con il miele d’acacia.

Fra i dolci ricordiamo la Resta di Como con frutta secca e canditi e un rametto d’ulivo all’interno dell’impasto, come augurio di pace e serenità, il “mataloch”, dolce con frutta secca e canditi, la “miascia” con pane raffermo, burro, latte, uova, zucchero e vino rosso, oppure la versione più diffusa nel lecchese a base di farina gialla con uvette, miele e frutta secca e, infine, la Cutizza.

cucchiaio-olio Dalle rive del lago provengono alcuni prodotti di qualità che sono diventate vere e proprie eccellenze gastronomiche: come gli asparagi di Rogaro, la coltura di ulivi da cui si ricava un raro e prezioso olio nelle zone di Bellagio e della Tremezzina e sulla sponda orientale del lago nelle zone di Perledo e Varenna. Si tratta di l’Olio Extravergine di Oliva Laghi Lombardi DOP lavorato a freddo per preservarne il gusto e il profumo originali. E’ possibile acquistare questo tipo di olio direttamene dai produttori dello stesso, presenti nelle varie zone del Lago di Como.

Nella rinomata conca dell’olio (Zoca de l’oli) di Lenno, gli uliveti convivono con elementi di richiamo turistico mondiale come la Villa del Balbianello, la Villa Carlotta a Tremezzo e il Sacro Monte di Ossuccio, Patrimonio dell’UNESCO.

Il Lago di Como quindi é un territorio ricchissimo dal punto di vista paesaggistico e culturale, nonchè da quello della tradizione culinaria.

Foto principale: CC cyclonebill

Close