Come ti cucino il pesce persico

By Vacanze Lago • on novembre 11, 2008

Il suo vero nome è persico reale (Perca fluviatilis, Linneo 1758), ma tutti lo chiamano semplicemente pesce persico. Lo si trova molto facilmente in qualsiasi pescheria, anche quelle dei supermercati.

E’ un pesce molto apprezzato per il sapore delicato e il prezzo contenuto. Ho acquistato e cucinato molte volte i suoi filetti bianchi e gustosi pensando si trattasse di un pesce “esotico”.

Il pesce persico che si trova nelle pescherie proviene, infatti, quasi sempre dal Sud Africa. Però esiste una tradizione culinaria italiana legata a questo pesce, un tempo molto diffuso anche nel nostro paese.

Foto di Hugovk

Foto di Hugovk

Il persico, infatti, è un ingrediente principe nella gastronomia dei laghi italiani.

Quello autoctono lo si può gustare sulle rive dei laghi in cui lo pescano ancora. Rispetto ai pesci Sudafricani, quelli italiani sono in genere più piccoli, con un gusto più saporito. Chi ama il pesce persico, dovrebbe assaggiare quello italiano almeno una volta.

E’ un pesce d’acqua dolce che preferisce abitare le acque dei laghi. Soprattutto i laghi in cui le correnti sono deboli. Sembra che sia un pesce piuttosto pigro (gli studiosi parlano di abitudini sedentarie…).

Foto di Francesco Musso

Persico capperi e olive - foto di Francesco Musso

Per pescarlo, sul Lago di Garda, Lago Maggiore, Lago di Como e Lago d’Iseo, vengono ancora adoperate le tecniche del bolentino e delle “legnaie” (rami e fascine sommerse in cui il pesce si rifugia).

Io non me ne intendo molto, ma sembra che siano tecniche piuttosto antiche.

La gastrononia dei laghi è ricca di ricette a base di pesce persico. Sul Lago Maggiore, ad esempio, c’è il risotto al pesce persico e il pesce persico in padella. Di quest’ultimo esistono almeno due versioni: pesce persico al limone e pesce persico burro e salvia.

In Umbria, poi, si mangia un ottimo pesce persico ai capperi (ammetto che è il mio preferito). Non male anche il pesce persico in crosta di pane e il persico un crosta di patate.

Foto di catepol

Persico in crosta di patate - foto di catepol

Il pesce persico su Wikipedia
http://it.wikipedia.org/wiki/Perca_fluviatilis

Le ricette “pescate” in rete:

risotto al pesce persico
risotto al pesce persico e pomodorini secchi
riso con filetti dorati di pesce persico
pesce persico al limone
pesce persico burro e salvia
pesce persico ai capperi
pesce persico in crosta di pane
persico un crosta di patate
persico al forno con capperi e olive

persico al pepe rosa e pesto di sedano

Commenti

By Zack on novembre 12th, 2008 at 01:08

la maggior parte del pesce persico che si trova in europa nei banchi dei supermercati arriva dalla tanzania, lago vittoria, dove l’introduzione massiccia di questa specie ha causato un grave disastro ambientale
c’è un bel documentario che racconta questa storia, si chiama L’incubo di Darwin
http://www.mikado.it/scheda_film_scuola.asp?ID_FILM_MIKADO=16&ID_MIKADO_SCUOLA=51
tra l’altro ben poco del prezzo che paghiamo al supermercato, finisce nelle tasche della popolazione locale,
un altro motivo per mangiare persico italiano, anche se costa un po di più

By bettina boop on novembre 12th, 2008 at 01:45

alcuni dicono che il limone ammazza il gusto del pesce, io non sono tra quelli: mi piace “annegare” il pesce (qualunque esso sia) nel succo di limone.

By Comemafalda on novembre 12th, 2008 at 02:13

zack, avevo letto di questo disastro successo in Tanzania, ma non ne sapevo i particolari. cercherò di vedere il documentario. grazie della segnalazione.

bettina, hai provato a usare la pelle del limone? è sfiziosissima. se ricopri i filetti di pesce (o le bistecche di pesce, tipo il pesce spada) con un pesto di pelle di limone, pinoli e prezzemolo (o timo fresco) e sostituisci il succo di limone con una bella spruzzata di vino bianco a metà cottura, avrai un piattino di pesce da leccarsi i baffi.

By bettina on novembre 24th, 2008 at 14:23

mai provato! la parola “pesto” mi dice già tanto… alla prossima lo provo__!!

Scrivi un commento